fbpx

Il sindaco e l’amministrazione comunale hanno accolto in piazza Giovanni Paolo II, S.E. Prefetto Dott.ssa Tiziana Tombesi. Un incontro voluto per manifestare vicinanza alla comunità rocchitana, per le difficoltà e i danni causati dall’emergenza alluvionale del 21/22 novembre scorso. Un’esperienza emergenziale, seppur difficile, ben gestita dall’assise prefettizia, con l’organizzazione di un tavolo operativo di concertazione tra gli enti interessati, con tanta premura ed attenzione. Il territorio di Rocca di Neto è uno snodo nevralgico per quel che riguarda la viabilità in caso di emergenze. La gestione del fiume Neto e del torrente Cavallino è un obiettivo primario per l’ amministrazione comunale, che dai primi giorni del suo insediamento opera affinché gli alvei di questi corsi d’acqua siano ripuliti per la sicurezza del territorio circostante. Per fronteggiare l’allerta è stato necessario un lavoro coordinato fra: Consorzio di Bonifica, Calabria Verde, Vigili del Fuoco, Protezione Civile Regionale e uomini della Protezione Civile arrivati dalla Puglia, le Forze dell’Ordine; ai quali va il più sentito ringraziamento. Attraverso il COC (centro operativo comunale) sono state coordinate le operazioni e monitorato l’evolversi della situazione. Si ringrazia l’interessamento e l’attenzione del Governo con la visita del Ministro Boccia e la Giunta Regionale che ha promosso da subito iniziative per la ripartenza della nostra Provincia.