fbpx

Nel corso di questa settimana, nell’ambito dei servizi di controllo del territorio e del “Piano di Azione Nazionale e Transnazionale – Focus ‘ndrangheta” sono stati conseguiti i seguenti risultati:

– arrestata o in stato di fermo di P.G. nr. 01 persona;
– deferite all’Autorità Giudiziaria in stato di libertà nr. 05 persone;
– segnalate all’Autorità Amministrativa, in quanto assuntori di sostanze stupefacenti, nr. 06 persone;
– controllati numerosi soggetti sottoposti a misure di sicurezza;
– identificate nr. 1.163 persone;
– controllati nr. 308 veicoli (anche con sistema Mercurio);
– effettuati numerosi posti di controllo;
– elevate nr. 04 sanzioni per violazioni al Codice della Strada;
– effettuati nr. 07 fermi/sequestri amministrativi e/o penali;
– elevate nr. 15 contestazioni amministrative in materia di contenimento dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 (ex D.L. n. 19 del 25.03.2020)
– effettuate nr. 17 perquisizioni;
– effettuati nr. 03 accompagnamenti presso questi Uffici per identificazione;
– effettuati nr. 25 controlli amministrativi e, contestualmente, elevati nr. 02 sequestri e nr. 01 sanzione amministrativa.

Nella mattinata di domenica 22 novembre u.s., personale in servizio presso l’aeroporto “Pitagora” di Isola di Capo Rizzuto (KR) ha deferito in stato di libertà B. R., nato in Inghilterra classe 1970, in quanto resosi responsabile dei reati di “minaccia a Pubblico Ufficiale” e “rifiuto di indicazioni sulla propria identità personale”.

Nella stessa serata, personale della Squadra Volante ha tratto in arresto M. M., crotonese classe 1991, con precedenti di Polizia, per il reato di “furto aggravato”. Nello specifico, l’uomo veniva colto in fragranza di reato mentre si trovava all’interno dell’attività commerciale per la vendita di casalinghi sito in questo Centro cittadini.
L’uomo, tratto in arresto, dopo le incombenze di rito, veniva associato presso la locale Casa Circondariale su disposizione del P.M. di turno.

Nella mattinata di lunedì 23 novembre u.s., personale della Squadra Volante ha deferito in stato di libertà K. R. H. iracheno 1990, in Italia senza fissa dimora, perché resosi responsabile del reato di “danneggiamento”.

Nella stessa serata, personale della Squadra Volante, in circostanze diverse, ha segnalato amministrativamente al Sig. Prefetto, in quanto assuntori di sostanze stupefacenti:

  • S. F., crotonese classe 1994, ivi residente, trovato in possesso di gr. 0,84 di “marijuana” e di un bilancino di precisione, il tutto opportunamente sequestrato;
  • I. F., crotonese classe 1983, ivi residente, trovato in possesso di gr. 0,80 di “cocaina”, opportunamente sequestrata.

Sempre lunedì 23 novembre 2020, personale della Divisione P.A.S.I. – Squadra Amministrativa, nel corso di servizi disposti dal Sig. Questore di Crotone, in ordine all’intensificazione dei servizi di vigilanza nelle zone sgomberate a causa del maltempo di questi giorni, notava un punto internet aperto e procedeva ad effettuarvi controllo amministrativo. Dal controllo effettuato emergeva che all’interno dell’esercizio vi era un videoterminale regolarmente acceso e messo a disposizione di un avventore identificato. Pertanto si procedeva al sequestro amministrativo del videoterminale corredato di tastiera, monitor, mouse, e di una stampante termica, nonché di n. 2 schedine di gioco Nella circostanza si contestava inoltre la violazione dell’art. 4 c. 1 D.L. n. 19/2020, imposta dall’art.1 let. L del D.P.C.M. del 03.11.2020, (p.m.r. € 400,00), in quanto svolgeva l’attività di raccolta di scommesse sebbene tale attività fosse sospesa.

Nella giornata di martedì 24 novembre 2020, personale dell’U.P.G.S.P. ha segnalato al Sig. Prefetto in quanto assuntori di sostanza stupefacente:

  • S. S. P., nato a Cirò Marina classe 1983, trovato in possesso di gr. 1,07 di “marijuana”, gr. 0,70 di “cocaina” e gr. 0,60 di “eroina”;
  • T. A. catanzarese classe 1977 e C. A. crotonese classe 1969, trovati in possesso di gr. 1,77 di “cocaina”.

Nel pomeriggio di mercoledì 25 novembre u.s., personale della Questura ha deferito alla competente Autorità Giudiziaria, B. S., crotonese, classe 1983, con precedenti di Polizia, in atto sottoposto al regime degli arresti domiciliari, perché resosi responsabile del reato di “evasione”.

Nella giornata di giovedì 26 novembre u.s., personale dell’U.P.G.S.P. ha deferito all’A.G. A. R., classe 1976, ai sensi dell’art 3 comma 4 del D. Lgs 159/11. Lo stesso, destinatario di un avviso orale con prescrizioni inerenti il divieto di detenere programmi informatici e strumenti di criptazione di messaggi o conversazione, veniva trovato in possesso di uno smartphone, debitamente sequestrato.

Nel pomeriggio di venerdì 27 novembre u.s., personale della Squadra Volante ha segnalato amministrativamente al Sig. Prefetto, M. A., crotonese classe 1982, ivi residente, con precedenti di Polizia, in quanto assuntore di sostanze stupefacenti. Nella circostanza il predetto veniva trovato in possesso di gr. 1,42 di “marijuana”, opportunamente sequestrata.

Nella stessa giornata, personale della Divisione P.A.S.I., unitamente ad operatori del Reparto Prevenzione Crimine di Cosenza, nel corso di specifici servizi a detentori di armi, ha deferito in stato di libertà G. F., crotonese classe 1944, ivi residente, in quanto lo stesso, regolarmente detentore di nr. 1 pistola semiautomatica Beretta cal. 9×21, con caricatore di scorta e nr. 50 cartucce dello stesso calibro, aveva omesso di ripetere la denuncia di detenzione delle armi, considerato il cambio di residenza.