fbpx

Il 24 dicembre, vigilia di Ntale, la dirigenza di Akrea ha augurato buone feste ai crotonesi unitamente ad un messaggio di scuse per l’indecoroso accumulo di rifiuti presente in tutte le zone della città.

“A causa dei ridotti conferimenti negli impianti di selezione e smaltimento,- si legge nel comunicato datato 24 dicembre – Akrea sta incontrando serie difficoltà nelle operazioni di scarico dei rifiuti raccolti quotidianamente. Come spiegato più volte, il servizio di raccolta è condizionato anche dall’efficienza dei siti di conferimento.

Il disagio dura già da venerdì scorso e compromette inevitabilmente l’organizzazione dei servizi di igiene, comportando la presenza di cumuli di spazzatura lungo le strade dovuta all’impossibilità di un puntuale e completo scarico dei mezzi.

Da parte sua Akrea, pur impegnata costantemente a ridurre gli inconvenienti, è costretta a scusarsi con i cittadini augurando loro serene festività.”

Il comunicato si conclude con l’augurio di buone feste, ed oggi 28 dicembre a distanza di quattro giorni, archiviati Natale e S.Stefano lo scenario, se possibile, è ancora più sconfortante!

Cumuli di rifiuti, dal centro alla periferia, passando per il lungomare cittadino, cartoni, scatoloni che aiutati dal forte vento svolazzano e si sparpagliano per strada, metri e metri di sacchi dell’immondizia depositati ed accatastati in prossimità dei cassonetti che ormai solo si intravedono, mentre della differenziata neanche si parla più!(https://www.krnews24.it/2020/11/14/raccolta-differenziata-a-margherita-dopo-il-danno-anche-la-beffa/)

Pur apprezzando il lavoro che gli operai Akrea stanno facendo in queste difficili giornate, pur comprendendo che il problema ha radici profonde, non si comprende l’inefficienza e l’inefficacia dell’azione politico-amministrativa che non può trincerarsi dietro l’alibi del tempo.

I cittadini, i crotonesi, i contribuenti che poco prima di Natale, senza ritardi, hanno ricevuto i bollettini per il pagamento della Tari, senza abbattimenti, senza riduzioni, senza rimodulazioni e senza deroghe alle scadenze, e non accampano alibi e pagano. E allora è lecito esigere un servizio senza alibi, senza scuse, senza ritardi e senza abbattimento o rimodulazione delle responsabilità!