fbpx

Nella mattinata di venerdì 29 gennaio 2021 nella Sala Borsellino della Provincia di Crotone , convocata dal presidente facente funzioni Simone Saporito, si è svolta la riunione con i sindaci del territorio per discutere della Strada Statale 106, ed alla quale ha partecipato anche l’on. Elisabetta Barbuto.La riunione è stata voluta dal presidente Saporito per valutare, insieme ad i sindaci, l’opportunità di riproporre per il tratto Crotone-Sibari quanto già fatto, in termini di determinazioni ed iniziative amministrative, con la provincia di Catanzaro per la variante Crotone-Catanzaro.“La volontà  – ha spiegato il facente funzioni Saporito- è quella di aprire e stimolare in dibattito con i comuni della provincia di Cosenza che abbia ad oggetto il tratto Crotone-Sibari. Ripetere l’esperienza fatta con i comuni del territorio catanzarese e che ha dato ottimi risultati su quanto programmato dal Ministero dei Trasporti in termini di migliore programmazione delle infrastrutture statali sul nostro territorio. Quel tipo di esperienza – ha aggiunto il presidente dell’Ente intermedio – si può applicare proficuamente sul rimanente tratto Crotone – Sibari.” I progetti e l’iter già avviato, nonché la ricostruzione storica delle varie ipotesi di progettazione sono state illustrate dal Fabio Pisciuneri, responsabile del centro provinciale per la sicurezza stradale.L’on. Barbuto durante il suo intervento ha sottolineato l’importanza di un’azione condivisa ed allargata che deve necessariamente coinvolgere il territorio cosentino, ed il superamento di una visione settoriale.Sostegno all’iniziativa promossa dalla Provincia di Crotone, così si è espressa l’on. Barbuto che ha inoltre ribadito l’importanza di lavorare insieme a prescindere dai colori e dalle impostazioni politiche, si dovrà fare sinergia per portare concretamente risultati. Dello stesso avviso anche i sindaci presenti, per i quali urge allargare la discussione e coinvolgere i rappresentanti istituzionali della provincia di Cosenza, un’interlocuzione indispensabile se si vuole incidere positivamente, perchè solo una visione ampia e di insieme può offrire i presupposti per programmare uno sviluppo infrastrutturale reale e in grado di rimettere il territorio crotonese all’interno di una rete di collegamenti verso sud ma anche verso nord.La volontà emersa dall’incontro, di questa mattina, è quella di coinvolgere le amministrazioni della provincia di Cosenza, tutti comuni della provincia di Crotone, la deputazione parlamentare di entrambi i territori ed insieme richiedere un incontro con il ministro dei Trasporti per appurare se il precedente progetto di intervento sul tratto Crotone-Sibari è ancora attuabile o se invece sarà necessaria una nuova progettazione.Alla riunione oltre al Presidente facente funzioni Saporito, all’on. Barbuto, al responsabile del Centro provinciale per la sicurezza stradale, hanno partecipato i sindaci Ferrari di Cirò Marina, Alfonso Dattolo di Rocca di Neto, Falbo di Melissa, Amato di Carfizzi, Paletta di Cirò, Greco di Umbriatico, Macrì di Belvedere Spinello, Bruno di Strongoli, il sindaco di Verzino Cozza e la vicesindaco di Crotone.