fbpx

Di seguito la nota dei consiglieri comunali di opposizione.

Non consentire che il Consiglio comunale si confronti su un punto all’ordine del giorno, approvato all’unanimità in una Commissione e che riguarda un progetto fondamentale per la città di Crotone, come l’Antica Kroton, è un atto spregevole che impedisce il confronto democratico, la partecipazione, il dibattito e ha come unico obiettivo quello di zittire il dissenso.


Questo consiglio comunale subisce, purtroppo,  un altro grave colpo alla sua dignità e alla sua credibilità.


I consiglieri di maggioranza, soggiogati dal sindaco burattinaio, hanno perso un’altra occasione e hanno tradito il mandato popolare, che non è quello di “tenete il moccolo” al sindaco e alla sua giunta, ma, al contrario, quello di rappresentare le esigenze e le istanze dei cittadini.


Non abbiamo parole per condannare l’atteggiamento del presidente del Consiglio che, per l’ennesima volta, ha dato prova di non avere la caratura morale e la dignità per ricoprire l’alto ruolo che gli è stato affidato.

Sorge il dubbio, che alimenta i tanti sospetti che in questi giorni stanno nascendo in città, che questa amministrazione voglia far calare il silenzio su Antica Kroton.

Dubbi e sospetti che si aggravano dopo l’atteggiamento di oggi.


Oggi non abbiamo assistito ad una prova di forza della maggioranza ma ad un atto di arroganza che vuole coprire le difficoltà e la debolezza della coalizione al governo della città.

La forza non è nei numeri del consiglio ma nelle idee che si portano avanti. Ed una maggioranza senza idee, come questa, è una coalizione debole che, purtroppo, indebolisce la città di Crotone.

F.to

Danilo Arcui, Antonio Megna, Antonio Manica, Fabio Manica, Alessia Lerose, Mario Megna, Fabiola Marrelli, Enrico Pedace, Marisa Luana Cavallo, Meo Fabrizio, Andrea Tesoriere, Giuseppe Fiorino, Andrea Devona