fbpx

Il 27 agosto,  presso la Cittadella Regionale, il Presidente della Sacal ha presentato il piano industriale del sistema aeroportuale calabrese, riferito agli anni 2021-2035.Per il Comune di Crotone erano presenti l’assessore alla Mobilità Ilario Sorgiovanni ed il Consigliere di maggioranza Antonella Passalacqua. Da quanto esposto dal Presidente De Metrio, per l’aeroporto di Crotone sono previsti complessivamente  poco più di 23ML di euro, di cui quasi 20 ML da investire  entro il 2027. Somma, come evidenziato dall’assessore Sorgiovanni,  non sufficiente per un reale rilancio e comunque nettamente inferiore rispetto a quella prevista per gli altri due aeroporti calabresi.Gli interventi programmati consistono nell’ampliamento dell’aerostazione da 3.000mq a 6.000mq, per arrivare  al termine del piano a 10.000 mq, con  550 mq commerciali, e nella costruzione di nuovi hangar presumibilmente da destinare al ricovero di mezzi aerei antincendio. Tra questi finanziamenti sono compresi anche i fondi regionali, circa 4,5 milioni di € per l’ampliamento della pista e la realizzazione dell’ILS, fondi che, purtroppo, ancora non hanno superato il vaglio della Commissione Europea. SACAL prevede un flusso di passeggeri, a regime, di 400.000 persone all’anno. Il Presidente Spirlì è  stato sollecitato, da parte dell’assessore Sorgiovanni, ad un maggior impegno con la Commissione Europea per dirimere  la questione “aiuti di Stato’’  ed all’avvio delle procedure  di utilizzo   dei  fondi Royalties, ovvero circa 4,3 ML di euro derivanti dal Protocollo d’intesa stipulato ai sensi dell’art 45 della L. 99/2009 tra  MISE, MEF e Regione Calabria,  da destinare allo sviluppo turistico, con la creazione di un brand d’area della costa ionica legato agli itinerari  della “Antica Kroton’’ ed un ruolo significativo per l’aeroporto di Crotone.L’assessore Sorgiovanni e la consigliera Passalacqua hanno inoltre richiesto al Presidente di Sacal di esercitare i poteri di moral suasion con l’Ente regolatore Enac, affinché si possano ripresentare ed eventualmente riformulare i bandi di gara relativi agli oneri di servizio stanziati dal MIC per l’aeroporto di Crotone,  disertati nella prima pubblicazione avvenuta ad ottobre 2020, in piena fase pandemica.