fbpx


Cresce la famiglia Forza Italia, nella provincia di Crotone, con la nomina di Santo Vizza, avvocato civilista/tributarista, che ricoprirà la carica di coordinatore cittadino di Cotronei.

Una figura all’altezza del difficile ruolo che lo attende, un noto avvocato dai principi solidi, che si aggiunge alla grande squadra messa in campo.

“Siamo una grande famiglia destinata a crescere- così Sergio Torromino Deputato e coordinatore provinciale- siamo la politica del fare, dell’ aggregare, che ha dentro di se i principi nobili della sana politica, quella del mettersi al servizio del territorio, abbiamo idee e progetti con uomini e donne capaci. Anni di mala gestione della cosa pubblica hanno generato un malcontento generale, l’abdicare dal ruolo demandato dai cittadini, il personalismo anteposto al bene collettivo questo è stato il cancro della politica.

L’anti politica a sua volta ha dimostrato i propri limiti, pressapochezza, incompetenza, la mancanza di progettazione e lungimiranza per programmare le sviluppo a lungo termine, le beghe da bar.La vera politica, quella sana, deve riprendere il suo ruolo centrale nella vita quotidiana e nella gestione della pubblica amministrazione. È arrivato il momento di pensare in grande per la nostra provincia, di pretendere le giuste attenzioni, di vederla finalmente al centro delle agende regionali e nazionali, solo uniti e coesi riusciremo nel nostro intento senza più dover elemosinare attenzioni.”

Dello stesso intento il coordinatore di Cotronei Santo Vizza.

“Ringrazio l’onorevole Sergio Torromino per l’incarico, per la fiducia e, tutto il gruppo di Cotronei ApertaMente. Mi pongo l’obbiettivo di creare un gruppo politico quale alternativa locale all’attuale monopolio politico-amministrativo che negli ultimi decenni ha caratterizzato la realtà di Cotronei, mettendo al centro il territorio e il cittadino, creando una sinergia e un comune filo conduttore tra le risorse, le potenzialità e le aspettative della comunità e dei singoli, proiettando l’impegno verso una politica di servizio. Sono onorato di avviare questo percorso e  ricoprire questa carica che svolgerò con impegno  dedizione e serietà, cercando di raccogliere le varie istanze e sottoporle all’attenzione di chi competente. Rivolgo un appello a tutti coloro che avessero voglia di partecipare al progetto e di avere un ruolo attivo in tal senso, le porte saranno sempre aperte”.