fbpx

Il 7 aprile 2021, quindi 48 ore fa, il Governatore facente funzioni della Regione Calabria ha annunciato l’avvio della campagna vaccinale per gli over 70 anni. Nella nota a cura dell’ufficio stampa regionale si legge:

“Sulla piattaforma di Poste italiane è attiva, da oggi, la prenotazione delle vaccinazioni anti-Covid per i soggetti con età superiore ai 70 anni. A comunicarlo è la Protezione civile regionale.«Sulla base della disponibilità dei vaccini – spiega la Prociv –, nei prossimi giorni saranno ampliate le agende di prenotazione» per consentire agli over 70 di «prenotare la somministrazione presso i centri di vaccinazione attualmente attivi».

«Nei prossimi giorni – si specifica in un’altra nota –, sarà disponibile la piattaforma informatica, messa a punto dalla Protezione civile, con la quale raccogliere le istanze dei soggetti che forniscono assistenza a un soggetto non autosufficiente, con problematiche dovute a disabilità e/o invalidità. A seguito di tale registrazione, dopo le dovute verifiche del caso, il soggetto caregiver potrà effettuare la prenotazione della somministrazione sulla piattaforma di Poste italiane».

«L’avvio delle prenotazioni per gli over 70 e l’imminente attivazione della piattaforma per le istanze dei caregiver – spiega il presidente della Giunta, Nino Spirlì – miglioreranno sensibilmente la nostra campagna vaccinale. La somministrazione delle dosi sul territorio regionale sarà più tempestiva, razionale ed efficace. Non senza grandi sforzi, la Calabria sta recuperando il tempo perduto con l’obiettivo di assicurare l’inoculazione del siero anti-Covid al maggior numero possibile di cittadini».

Il Governatore Spirlì forse però non sa che a distanza di 48 ore dal suo annuncio gli over 70 della provincia di Crotone non possono effettuare la prenotazione, in quanto per il territorio di riferimento ( il cap inserito nel format della prenotazione) non sono disponibili dosi di vaccino.

All’indomani della conferenza stampa del premier Draghi, durante la quale il Capo del Governo ha ribadito l’importanza della campagna vaccinale soprattutto per quella fascia di popolazione ritenuta più a rischio, perchè dal numero di persone vaccinate, dalla copertura delle fasce più rischio dipende la ripresa del Paese, chi più vaccina prima riaprirà, la Calabria, Crotone, attendono…