fbpx

Di seguito la nota del coordinamento cittadino Forza Italia Isola di Capo Rizzuto.
I consiglieri di Siamo Futuro e Forza Italia
Piscitelli Maurizio, Luigina Vallone, Maida Antonio, Maiolo Antonio.

“Nell’incontro fra consiglieri comunali e direttivo di Forza Italia tenutosi venerdi 23 aprile sono emerse molte criticità che sta attraversando la città di Isola di Capo Rizzuto nell’ultimo periodo.

Balza immediatamente agli occhi di tutti l’aumento esponenziale dei contagi sul territorio segno che i cittadini non stanno rispettando appieno le regole per evitare che tutto ciò accada. La scuola inizia ad essere terreno fertile anche per il COVID-19 attese le molte chiusure a scopo precauzionale di circa 9 classi sul territorio. Urge una immediata presa di posizione da parte di chi è deputato a fare ciò ed è responsabile della tutela e salute dei cittadini.

Alla base vi è un non rispetto delle regole, dobbiamo essere onesti, ma servono maggiori controlli anche serali dal momento che assistiamo a continui fuochi d’artificio presumibilmente per festeggiamenti.

La vita è un dono troppo importante per non essere preservata! Ci sentiamo in obbligo di lanciare un appello a tutti i cittadini: ogni evento privato può essere rinviato perché abbiamo la responsabilità di tutelare ogni vita possibile!

Dovremmo riflettere su quanti morti ha pianto finora la nostra cittadina per capire appieno quanto dolore possiamo risparmiare se si seguono le regole.

Abbiamo appreso da fonti non ufficiali che l’amministrazione comunale ha richiesto alla Regione Calabria l’accreditamento del campo coperto “Dodò”, segno che la polemica social di alcuni giorni fa era nella giusta direzione: Piazza del Popolo non è adeguata a supportare un centro vaccinale per tutti i cittadini.

I cittadini non possono essere considerati dei “pellegrini” per farsi vaccinare perché si devono recare in ogni posto della Regione. E se non hanno possibilità di essere accompagnati da qualcuno, come possono ricevere la somministrazione della dose di vaccino?

Alla luce di questo cambio di passo oggi chiediamo a gran voce che le istituzioni preposte attivino immediatamente il centro vaccinale a Isola di Capo Rizzuto, che la burocrazia ceda il passo al diritto alla salute. Non vorremmo pensare che si voglia raggiungere l’immunità di gregge attraverso la moltiplicazione dei contagi anziché con le vaccinazioni di massa!

Auspichiamo in tal senso una presa di posizione ufficiale anche dal Sindaco affinchè esorti, anche quotidianamente, i cittadini al rispetto delle regole e che informi quotidianamente i cittadini sull’operato attinente al COVID-19. E’ altresì da valutare, alla luce dell’incremento esponenziale dei contagi, l’adozione di una ordinanza di chiusura delle scuole sul territorio e attivare la didattica a distanza.

Ci sono comuni della nostra provincia che sono in dad ormai dal 10 marzo. Su questi temi siamo disponibili anche ad una battaglia pubblica congiunta o a recarci assieme in Regione per accelerare il percorso di accreditamento del centro vaccinale, non possiamo rimanere nel mutismo più assoluto, servono risposte in tempi brevi.”