fbpx

Non riescono a farne a meno e non si palesa neanche un tentativo di ravvedimento in chi, ormai potremmo dire, ha evidentemente il “copia e incolla” compulsivo.

Nuovo, l’ultimo in ordine di tempo, strafalcione degli uffici comunali, questa volta è il modello di “Dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà – Dichiarazione di insussistenza di cause di incompatibilità” inserito nella “Determina senza Impegno n.1892 del 07/05/2021 – Approvazione schema di avviso di selezione per il conferimento di un incarico dirigenziale a tempo parziale e determinato per l’unità operativa “Antica Kroton” ai sensi del combinato disposto dall’ art. 110, comma 2, del d.lgs. n. 267/2000 (tuel), e dell’articolo 19 del d.lgs 165/2001 e s.m.i.”. Indizione procedura.” e pubblicato sul sito web del Comune di Crotone.

Ebbene chi lo compila deve dichiarare l’insussistenza di cause di incompatibilità: “

  • non aver svolto incarichi e ricoperto cariche, nei due anni precedenti in enti di diritto privato o finanziati dal comune di Leporano;
  • – non aver svolto in attività professionali (…) finanziate o comunque retribuite dal Comune di Leporano;
  • non essere stato (..) componente della giunta o del consiglio comunale di Leporano; non essere stato (…) componente della giunta o del consiglio di una provincia, di un comune (…) in regione Puglia;
  • di non essere stato (…) presidente o amministratore delegato (..) da parte di province, comuni (..) della Regione Puglia(…)”.

Delle due una: o sussiste realmente una causa di incompatibilità/conflitto con il Comune di Leporano e la Puglia nell’ambito del Progetto Antica Kroton, oppure il vizietto del “copia e incolla” e la cattiva abitudine di “non leggere” sono duri da perdere.

Di seguito, per evitare spiacevoli polemiche e inopportune osservazioni, si pubblica anche immagine sezione dove è disponibile l’allegato in questione.

Si aggiunge inoltre che dopo vivace dibattito, come è ormai consuetudine, sulle pagine Facebook, l’assessore Cretella ha rassicurato che gli uffici sono già al lavoro per correggere l’errore.