fbpx

Inizia con dei segnali incoraggianti, ma immeritatamente senza punti, l’avventura di mister Marino sulla panchina del Crotone. Il tecnico siciliano si presenta cambiando subito sistema di gioco, con due linee molto vicine a quattro a difendere con pochi fronzoli e con la coppia Mulattieri-Maric in attacco. Solito 4-3-3 invece per Grosso, che però ne cambia cinque rispetto all’ultima gara con l’Alessandria.
La gara la fanno subito, come prevedibile, i padroni di casa: gli squali provano a difendersi con ordine ma devono fare gli straordinari, immolandosi in area, Donsah (8′), Paz (14′) e Sala (19′) per evitare guai. Poi è Contini a salire in cattedra al 26′ con un super intervento sull’incornata a colpo sicuro di Charpentier (26′). Pian piano i rossoblù prendono coraggio, trovano distanze e meccanismi e si affacciano in area avversaria prima con Vulic (30′) ben imbeccato dal filtrante di Mulattieri, poi con il tiro del suo numero nove lanciato in verticale da Donsah (38′) e infine sempre con una girata ravvicinata del capocannoniere della serie B deviata con il braccio da Casasola: il signor Abbattista assegna il rigore, dal dischetto va Maric e trasforma con freddezza glaciale per lo 0-1 (45+1′). Ma i ciociari non ci stanno e pareggiano subito con Charpentier, bravo a farsi trovare pronto sull’invito dalla destra di Canotto e a superare l’incolpevole Contini trovando il pareggio, subito prima del fischio di fine primo tempo, al 3′ di recupero.
Il secondo tempo appare molto più equilibrato sin dalle prime battute e le occasioni migliori le producono proprio gli uomini di Marino, subito vicini al nuovo sorpasso con Maric ben servito da Vulic, con il suo destro è preda di Ravaglia (49′). Poi Mulattieri ci prova di testa su punizione dalla destra con palla di poco al lato (53′). Ancora gran sventola di Sala di sinistro da fuori e di nuovo portiere di casa protagonista (54′). Vicino al 2-1 anche il Frosinone: gran tiro al volo di Ricci sugli sviluppi di un corner, palla di poco fuori (61′). Dopo un altro angolo di Vulic dalla destra e colpo di testa di Canestrelli alto (63′) c’è però la più grande occasione per gli uomini di Grosso che colpiscono la traversa con Novakovich su cross dalla destra di Casasola (77′). Sono gli squali a sembrare più pericolosi: tiro al volo di destro di Nedelcearu dal limite con la palla che sfiora il palo (84′) ma, ancora nel recupero, in superiorità numerica con Donsah fuori per problemi fisici, i padroni di casa trovano la rete della vittoria. Dopo un rimpallo rocambolesco e un più che sospetto fallo di mano in attacco la palla arriva a Cicerelli che dal limite non sbaglia: è il 93′ ed è l’ultima emozione di una partita combattuta al termine del quale arriva una sconfitta che senz’altro non è il risultato giusto per quanto visto sul terreno di gioco.

(www.fccrotone.it)