fbpx

Sono stati proprio gli alunni dell’Istituto Pertini – Santoni, dove si è svolta l’iniziativa promossa dal Comune, dalla Commissione Pari Opportunità e dal Garante Comunale, che hanno dato il senso compiuto alla Giornata Internazionale dei diritti delle persone con diversa abilità.

Attraverso le note di “A mano a mano” di Rino Gaetano hanno dato vita ad una coreografia, coordinata da Anna Petruzziello, stringendosi in un abbraccio ideale che supera barriere culturali, differenze, pregiudizi

Non è stato l’unico momento di interazione con gli alunni nel corso dell’iniziativa alla quale hanno partecipato il sindaco Voce, l’assessore alla Tutela della Salute Carla Cortese, la presidente della Commissione Pari Opportunità Carmen Giancotti, la rappresentante provinciale di Special Olimpics Francesca Pellegrino e il garante dei diritti delle persone con diversa abilità Antonio Clausi.

Dopo i saluti della prof.ssa Ida Sisca, dirigente scolastica dell’Istituto Pertini – Santoni, già polo di riferimento per l’inclusione e dove è attivo uno sportello provinciale per l’autismo, l’intervento del sindaco Voce che ha evidenziato come anche attraverso i piccoli gesti quotidiani fondati sul rispetto e sull’attenzione per gli altri si superano barriere culturali e si crea una comunità fondata sull’inclusione.

Sul concetto di “normalità” si è sviluppato l’intervento dell’assessore alla Tutela della Salute Carla Cortese. La giornata, infatti, più che essere diretta a chi possiede diversa abilità deve invitare alla riflessione tutti gli altri. Su questo tema è importante essere uniti e guardare tutti nella stessa direzione.

La presidente della Commissione Pari Opportunità Carmen Giancotti ha sottolineato l’impegno delle componenti della Commissione in materia di sociale con una serie di iniziative che stanno caratterizzando il percorso della commissione stessa e la vicinanza e la sinergia con il mondo delle associazioni che operano nel sociale.

La musica è un altro linguaggio universale capace di superare steccati e di coinvolgere tutti: gli interventi musicali del prof. Adriano Romano sono stati un esempio in questo senso.

Così come lo sport. Lo ha sottolineato nel suo intervento Francesca Pellegrino, referente di Special Olimpics. Attraverso lo sport si crea un mondo in cui le persone con diversa abilità sono riconosciute per le proprie capacità e non discriminate per le loro differenze.

I lavori, dopo il collegamento video con i garanti delle altre province calabresi, sono stati conclusi dall’avv. Clausi.

“La giornata deve ricordarci l’importanza di valorizzare ogni individuo e di abbattere le barriere e disabilitare tutti i pregiudizi che ne limitano i diritti imprescindibili”