fbpx

Tutela della salute e del benessere degli animali: è stata formalmente presentata una proposta/bozza di regolamento sottoposta all’attenzione della terza commissione del comune di Crotone presieduta da Antonella Passalacqua. L’iniziativa è di Chiara Mongiardo, una volontaria che si occupa degli animali insieme, alla fortunatamente nutrita, schiera di uomini e donne che a Crotone si prendono cura dei nostri piccoli amici.

Un regolamento che andrebbe a disciplinare un settore che ad oggi nella città pitagorica manca di norme e quindi di tutele.

Una sensibilità che va tramutata in educazione e in regole certe con sanzioni certe.

L’obiettivo dichiarato è quello di offrire delle tutele, ma anche di consentire alla città di Crotone di fare un passo avanti in termini di civiltà e quindi di qualità della vita.

Prevedere tutele, servizi, spazi, regole anche sanzioni che tengano conto di una situazione critica esistente, che oggi grava quasi esclusivamente sui volontari, sulla responsabilità e coscienza personale.

Riconoscere la libertà di ogni individuo singolo od associato di provvedere al benessere degli animali presenti sul territorio cittadino riconoscendo nella tutela dei diritti degli animali uno strumento finalizzato al rispetto verso tutti gli esseri viventi, in particolare verso le specie più deboli.

Tra le azioni previste la promozione di campagne educative e pubblicazioni finalizzate ad armonizzare, migliorare e permettere una corretta e sana convivenza uomo – animale.

Ma non solo campagne di sensibilizzazioni ma interventi concreti come l’individuazione di un’area idonea in cui collocare un’oasi felina, quanto più possibile vicina all’habitat naturale, prevedere spazi all’aperto in cui poter portare gli amici a quattro zampe.

Il recente episodio di violenza a danno della cagnetta Musetto impone una riflessione, di cui la politica deve necessariamente farsi carico che va al di là degli aspetti giuridici o giudiziari, ma che invece ha quale presupposto la formazione ed educazione di cittadini consapevoli e responsabili che hanno però a disposizione strutture e servizi e tutele.

Ed è anche per questo che la bozza di regolamento ha nella parte conclusiva le ragioni stesse dell’iniziativa, con la proposta di dedicare ed intitolare al dottore Sergio Tedesco (veterinario) e alla piccola ed indifesa Musetto, il nascente “ CANILE SANITARIO BARICENTRICO PROVINCIALE” in loc.ta Martorana, per ricordare l’impegno quotidiano del dott.Tedesco e per non dimenticare la cagnolina vittima indifesa.