fbpx

I poliziotti dell’U.P.G.S.P. della Questura di Crotone hanno eseguito la misura della custodia
cautelare in carcere disposta dal GIP, nei confronti di un quarantacinquenne crotonese, ritenuto
responsabile di condotte persecutorie nei confronti dei genitori ed estorsione.
Le indagini della Polizia di Stato, avviate grazie alle denunce del padre, il quale da diverso tempo
subiva continue minacce e vessazioni da parte del figlio tossicodipendente volte a farsi consegnare
denaro per acquistare sostanze stupefacenti, hanno permesso di accertare che i genitori
dell’arrestato vivevano in uno stato di soggezione come constatato anche da numerosi interventi
degli operatori della Squadra Volanti.
Tali condotte, nelle ultime settimane, erano diventate sempre più frequenti anche a causa dello stato
di tossicodipendenza in cui versa l’uomo ed, in una circostanza questi aveva anche aggredito
fisicamente il padre per farsi consegnare l’ennesima somma di denaro.
Atteso il quadro indiziario, la locale Procura della Repubblica ha accolto le risultanze probatorie ed
ha avanzato richiesta al GIP, il quale ha emesso il provvedimento restrittivo notificato all’indagato
che è stato quindi condotto presso la locale Casa Circondariale.