fbpx

Di seguito la lettera di Antonella Stasi Marrelli 8

In una Calabria già allo stremo dal punto di vista economico, oggi ci troviamo a vivere anche una situazione paradossale: ZONA ROSSA e SUPERCOMMISSARIATA
Zona Rossa per non aver messo in atto un programma sanitario capace di proteggere i propri cittadini.
Super Commissariata perché dopo 10 anni di commissariamento si continua a spendere troppo e soprattutto spendere “male”, e spendere regalando i soldi dei calabresi ad altre regioni

Voglio ricordare che già nel mese di Marzo 2020, il Marrelli Hospital aveva dato la propria disponibilità a diventare centro COVID19, avendo attrezzature adeguate all’emergenza COVID, professionalità mediche ed infermieristiche e disponibilità di almeno 60 posti letto, da utilizzare per pazienti affetti da Coronavirus, a supporto del sistema regionale
TUTTO PRONTO, e per attivare il CENTRO COVID sarebbero bastate 24 ore, non di più.
(A supporto delle strutture pubbliche, il 90% delle regioni italiane ha utilizzato le strutture private, anche solo sulla carta, tranne che la Regione Calabria)

Ed invece nessuna risposta da nessuna Istituzione, né locale, né regionale, né da parte dei Commissari ad Acta.
Conservo ancora le Pec inviate, che non hanno ricevuto mai nessuna risposta

Oggi siamo ZONA ROSSA senza essere stati mai coinvolti in nessun ragionamento o programmazione regionale.

Perché?
Solo perché NOI SIAMO STRUTTURA PRIVATA
Una beffa per tutta la regione?
Io dico un danno per l’economia di questa terra
Se fossero state coinvolte le strutture private (poche ma rispondenti ai requisiti), sia nell’esecuzione dei tamponi, sia nella gestione dei pazienti covid, probabilmente la Calabria oggi non sarebbe stata “zona rossa”.

Adesso potrebbe ancora non essere troppo tardi. Ed allora rimbocchiamoci le maniche
Abbiamo 15 giorni di tempo per dimostrare che “si sono sbagliati”.
Lasciamo perdere le accuse, chi ha fatto di più e chi doveva fare di meno.
Procediamo con le denunce alla Corte Europea, ricorsi e soprattutto l’idea di una class action, ma non fermiamoci. Non rassegniamoci
Adesso proviamoci !!!!
Colmiamo gli errori, soprattutto senza recriminazioni o differenze
Pubblico e Privato sono facce di una stessa medaglia

Dimostriamo all’Italia Intera che i calabresi sono passionali, amano il “rosso”,
… ma quello giusto.

F.to Antonella Stasi Marrelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *