fbpx

Il Consiglio di Stato ha messo la parola fine al contenzioso promosso dal Ministero per i beni e le attività Culturali per lo Stadio Ezio Scida.

Accogliendo le memorie difensive del Comune di Crotone e della società F.C. Crotone il Consiglio di Stato ha respinto il ricorso presentato dalla Soprintendenza portando così a conclusione una vicenda che si trascinava da tempo.

Il ricorso della Soprintendenza era relativo alle strutture mobili (tribuna centrale e curva) ed in particolare ne richiedeva lo smontaggio e lo sgombero.

Il massimo organo della giustizia amministrativa ha valutato positivamente le motivazioni addotte dal Comune di Crotone e dal F.C. Crotone.

“Con questa sentenza si chiude un capitolo lungo e impegnativo sia dal punto amministrativo che legale. Sapevamo di avere ragione, lo abbiamo più volte evidenziato in tutti i gradi di giudizio. Con altrettanta attenzione come stiamo già facendo, ma con maggiore tranquillità, possiamo dedicarci con l’assessore Bossi e la Giunta a tutti gli impianti sportivi della città per rimetterli nella fruibilità dei cittadini e degli sportivi” dichiara il sindaco Vincenzo Voce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *