fbpx

Mentre la Calabria si appresta a passare in zona gialla, da lunedì 10 maggio, il comune di Rocca di Neto nel crotonese è in procinto di essere dichiarato zona rossa.

L’annuncio questa sera durante la diretta Facebook: “Ho chiesto all’ufficio provinciale di attivare le procedure per l’istituzione della zona rossa per il comune di Rocca di Neto”.

Nelle ultime 48 ore un’impennata dei contagi nel comune del crotonese ha indotto il primo cittadino a richiamare alla responsabilità i cittadini, durante la diretta Facebook di ieri sera ( venerdì 7 maggio), e questa sera con l’annuncio dell’approssimarsi dell’istituzione della zona rossa.

Sono 17 i positivi accertati oggi che si aggiungono agli ulteriori 18 accertati nella giornata di ieri, 35 in 24 ore.

Scuole chiuse, sono otto le classi in quarantena : “E questo la dice lunga sulla decisione di chiuderle anticipatamente”.

Il sindaco ha chiesto a tutti di collaborare, di stringere i denti, e lo ha chiesto soprattutto alle attività commerciale che con l’istituzione della zona rossa saranno costrette a restare chiuse.

“Una decisione presa con sofferenza, ma necessaria.”

Una prima risposta da parte della comunità di Rocca di Neto, ha sottolineato il sindaco Dattolo, c’è stata, ma è necessario proseguire: “fare un sacrificio, un ulteriore sacrificio oggi, per ritornare presto alla normalità o almeno alla tranquillità.

In nome dell’essere comunità dell’essere vicino a chi oggi ha il Covid-19, a chi soffre, a chi è fragile, oggi dobbiamo essere forti e uniti.

Qualche giorno di sacrificio, stiamo a casa, e sicuramente riusciremo a far diminuire la curva dei contagi e a guardare alle prossime settimane con fiducia.

Il futuro ci appartiene sono sicuro che se riusciremo a limitare i danni in questo frangente, riusciremo a risollevarci e a trascorrere un’estate in cui tornare s stare insieme, a godere delle piccole cose.”