fbpx

Incontrando gli alunni della classe 3^ C della scuola media Anna Frank di Crotone è iniziato oggi da parte dell’Associazione Educando Peter Pan – Uisp Solidarietà di Crotone la presentazione, anche nelle scuole, del progetto “Codice Rosso riflessione sulla Violenza di Genere”. 

Durante l’incontro, voluto fortemente dal Dirigente Scolastico M. Fontana Ardito e dalla Professoressa Angela Iorfida, che ne cura anche l’organizzazione, sono stati proposti agli studenti spunti di riflessione sulla violenza di genere ed in particolare sulla violenza contro le donne. Davanti ad una classe di alunni molto attenti ed interessati, è stato affrontato il tema della violenza in tutte le sue forme; particolare attenzione è stata dedicata alla violenza fisica, psicologica, sessuale ed economica.

Il Presidente Gianluca Lumare, che ha tenuto l’incontro e che durante l’anno in corso ha presentato in diverse scuole della provincia di Crotone anche i progetti “Il Bullismo non è uno scherzo, è un reato” e “Il rischio scorre sulla rete” ha spiegato loro, in termini tecnici ma con un linguaggio molto comprensibile ai ragazzi, il c.d. Codice Rosso ovvero le modifiche alla procedura penale e altre disposizioni in materia di tutela delle vittime di violenza domestica e di genere oltre che i reati che più frequentemente vi ricorrono, quali maltrattamenti in famiglia, atti persecutori, revenge porn, deformazioni dell’aspetto mediante lesioni permanenti al viso ed altri. “È molto importante – ha affermato Gianluca Lumare –  che si conoscano tecnicamente i reati affinché le vittime possano acquisire consapevolezza del proprio status di persona offesa ed è altrettanto importante che anche gli uomini maltrattanti abbiano piena consapevolezza delle loro responsabilità penali in dinamiche violente che lasciano ferite, troppo spesso, indelebili sia a chi le subisce che ai minori che costretti a viverle di riflesso”. Si è parlato della tutela della vittima e degli strumenti normativi che la legge mette disposizione, di come e quando sporgere una denuncia ma anche degli strumenti informatici che ogni persona può utilizzare, come il metodo S.A.R.A. di autovalutazione del rischio e dell’app My Tutela.

I giovani alunni della classe terza oggi hanno appreso dell’utilità del numero nazionale 1522 oltre che dei Centri Antiviolenza e delle Case Rifugio. La Professoressa Angela Iorfida – ha affermato – “non è mai troppo presto per parlare di violenza di genere. La scuola media Anna Frank oggi ha incontrato Gianluca Lumare, presidente dell’associazione Educando Peter Pan, che ha aperto loro un mondo nuovo e poco conosciuto. Perché una donna uccisa dal compagno è solo la punta di un iceberg. Bisogna saper riconoscere i comportamenti che sfociano poi in tragedia. I ragazzi hanno poi appreso cos’è il Codice Rosso e come denunciare.

È importante parlarne adesso, perché i ragazzi di 13 anni formano ora il loro carattere.”. Largo spazio è stato, altresì, dedicato all’aspetto morale ed emotivo della piaga sociale che rappresenta la violenza di genere, affrontando il problema della solitudine delle vittime e di quanto, troppo spesso, sia difficile per loro parlare di quanto avviene tra le mura domestiche e chiedere aiuto. Il progetto – ha precisato in fine Gianluca Lumare – sarà presentato anche in altre scuole di Crotone e provincia.