fbpx

Quante volte capita che non si riesca a formare più la coppia dei calzini? Sembra proprio che la lavatrice li
abbia mangiati! O forse hanno deciso di fare un viaggio lasciando il compagno di una vita! Le ceste della
biancheria pulita delle nostre case si riempiono di calzini soli e tristi, che si sentono fuori luogo e non in grado
di svolgere la loro funzione. Forse è nata così l’idea della Giornata dei calzini spaiati che si celebra ogni anno
il primo venerdì di febbraio. E forse non è un caso che sia nata da una maestra.
Il “viaggio” che i calzini affrontano nella lavatrice e che si conclude ritrovandosi da soli, è metafora della
solitudine e della diversità che vivono le persone che si trovano in condizione di svantaggio, emarginate e
spesso etichettate come “strane”.
E forse non è neanche un caso che nei paesi anglosassoni, questa giornata venga chiamata “Odd socks day”.
Dove “odd” non significa solo dispari ma anche stravagante, bislacco.
A guardarli bene però questi calzini tutti diversi tra loro, a pois, a righe, a strisce arcobaleno, sono bellissimi!
Ed è così anche nella vita: essere soli o bislacchi può aprirci a mille possibilità, l’incontro con la diversità è una
ricca fonte di opportunità e forza.
La felicità sta nella bellezza di non essere tutti uguali, nell’opportunità di confronto affinché si possa
comprendere che l’unione fa davvero la differenza.
L’Isolachenonc’era, asilo nido e scuola dell’infanzia di Cosenza, ha organizzato una vera e propria festa dei
calzini spaiati. Ogni bambino ha la possibilità di decorare il suo calzino come più gli aggrada e i genitori
aiuteranno e sosterranno i loro figli nel decorarli.
La scelta di coinvolgere i genitori e le famiglie non è casuale. I genitori sono la forza, il sostegno e lo stimolo,
aiutano ad accettare ogni piccola diversità, diventano il mezzo attraverso cui sperimentare l’inclusione prima
a casa e poi a scuola.
Ognuno di noi è speciale, non diverso. L’altro cresce con noi e in noi solo se sappiamo scorgere la sua bellezza
anche nelle differenze. Proprio come un calzino a righe riesce a svolgere la sua funzione anche se accoppiato
con uno a pois!
L’iniziativa verrà veicolata sulla pagina facebook della scuola: chi desidera partecipare può scattare una foto
e condividerla sulla pagina facebook @Lisolachenonceracs con l’hashtag #icalzinidellisola.