fbpx

L’Atalanta di Gian Piero Gasperini supera 5-1 il Crotone di Serse Cosmi al Gewiss Stadium. In gol Gosens, Palomino, Muriel, Ilicic e Miranchuk per i padroni di casa, mentre la rete della bandiera calabrese porta la firma di Simy. “L’Atalanta vince con facilità una partita che nel primo tempo aveva raccontato un’altra storia. Il Crotone regge, bene, un tempo ma nel secondo i bergamaschi dilagano. Per l’Atalanta cinque marcatori diversi, Gosens, Palomino, Muriel, Ilicic e Miranchuk. Nel Crotone in rete Simy.

Vittoria importante per l’Atalanta che si porta a sole 4 lunghezze dal Milan e quindi dal secondo posto. Nel prossimo turno i bergamaschi andranno a far visita alla capolista Inter. Il Crotone di Cosmi dovrà ricominciare dall’ottima impressione data nel primo tempo. Prossima sfida, decisiva, contro il Torino.

La partita

Un Crotone dal gioco più verticale, che non si abbatte, evita il raddoppio dei nerazzurri al 19′ grazie al miracolo di superCordaz, e che sfrutta una disattenzione difensiva per pareggiare (al 23′) con un gran cucchiaio di Simy su Sportiello in uscita.

In realtà gli squali avrebbero anche un’occasione clamorosa per l’1-2 al 29′ minuto, ma Messias viene ipotizzato da Sportiello in uscita. Nei minuti finali i bergamaschi ricominciano a premere e sfiorano la marcatura in almeno tre occasioni. Seconda frazione che ricomincia sulla falsariga dei minuti finali della prima: bastano tre minuti agli uomini di Gasperini per trovare il vantaggio con Palomino sugli sviluppi di un corner.

Passa solo un minuto e il risultato è già sul 3-1: è Muriel a sfruttare lo sfortunato scivolone di Golemic e a battere l’incolpevole Cordaz da dentro l’area piccola. La gara si mette in discesa e al 58′ Ilicic mette anche la sua firma sul poker con un gran tiro a giro di sinistro dal limite. I padroni di casa, in totale controllo, non trovano la cinquina per il grande intervento del capitano rosso blu sulla punizione del solito Ilicic (75′).

Al 79′ Messias ha un’altra occasione clamorosa per trovare la marcatura personale ma è ancora bravo il portiere atalantino in uscita. Poi è ancora Cordaz a compiere un mezzo miracolo sulla conclusione ravvicinata di Zapata all’83’, poema di capitolare ancora un minuto dopo sul sinistro chirurgico di Miranchuk.

Si chiude così con una sconfitta in una gara proibitiva l’esordio sulla panchina del Crotone di Serse Cosmi, che dovrà lavorare tanto e in fretta già in vista della sfida ormai decisiva di domenica allo Scida contro il Torino.