fbpx

Nel corso della mattinata di ieri, i carabinieri della Compagnia di
Cirò Marina hanno dato esecuzione all’ordinanza applicativa della
misura di custodia cautelare degli arresti domiciliari emessa dal Gip
del Tribunale di Crotone, su proposta della competente Procura
della Repubblica, nei confronti di due soggetti, padre e figlio
rispettivamente classe 1973 e 1994, residenti a Strongoli, ritenuti
responsabili del reato di traffico illecito di stupefacenti.
Gli arresti sono scaturiti a seguito di un’attività d’indagine compiuta
dai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di
Cirò Marina tra il 2019 ed il 2020, nel corso della quale sono state
accertate molteplici cessioni di droga da parte dei due arrestati nei
confronti di acquirenti provenienti da diverse località della provincia
di Crotone e dell’area ionio-cosentina. Nel corso dell’indagine i
carabinieri hanno sequestrato complessivamente oltre 1 kg e
mezzo di stupefacente (hashish, marijuana e cocaina) ed eseguito,
nel medesimo periodo, n. 8 arresti in flagranza per il medesimo
reato.
Durante le operazioni di ieri mattina, i carabinieri di Cirò Marina,
con l’ausilio dell’unità cinofila dello Squadrone Cacciatori
Carabinieri “Calabria”, hanno rinvenuto nella disponibilità dei due
uomini sottoposti a misura cautelare circa 600,00 grammi di
marijuana e 5 grammi di cocaina, nonché bilancini di precisione e
materiale vario per il suo confezionamento.