fbpx

Di seguito l’appello di Rino Lerose, già assessore del Comune di Cutro, al commissario prefettizio affinchè attivi le misure necessarie di concerto con l’Asp di Crotone per far fronte all’aumento dei contagi da Covid-19.

“La nuova ondata di contagi Covid-19 cresce a dismisura anche nella nostra comunità. Paure, preoccupazioni stanno invadendo intere famiglie; numerosi comuni stanno cercando di fronteggiare con alcune misure di contrasto la diffusione del virus, quali ad esempio l’installazione di tende triage al fine di effettuare uno screening gratuito, dando priorità ai ragazzi che nei prossimi giorni rientreranno a scuola, al perdonale ata, ai docenti, ma soprattutto ai cittadini in difficoltà economiche.

Nel nostro comune, invece, regna il silenzio. Nessuna iniziativa di vicinanza e supporto alla comunità. Sarebbe opportuno seguire le misure intraprese nei comuni limitrofi e soprattutto pensare ad una sanificazione di tutte le strutture pubbliche e scolastiche. Tuttavia, non sono da sottovalutare le spese che le famiglie quotidianamente stanno fronteggiando per effettuare tamponi, visto anche la quasi impossibilità da parte dell’Asp di poter dare risposta ai numerosi positivi.

Siamo consapevoli che il tracciamento sia saltato ormai da parecchio tempo e proprio su questo aspetto, tutti i comuni, in sinergia con la Provincia di Crotone, interfacciandosi con l’azienda sanitaria provinciale, hanno chiesto e ottenuto la, possibilità di effettuare tamponi molecolari con modalità “ drive throught” al fine di accorciare le liste di attesa e dare un servizio all’intera comunità.

Il mio non vuole essere un monito contro qualcuno, semmai un appello al commissario prefettizio del comune di Cutro affinchè possa attivarsi e anche in tempi brevi per chiedere supporto all’Asp di Crotone. Non c’è altro tempo da perdere, con la salute dei cittadini non si scherza e noi cutresi non siamo cittadini di Serie B.”