fbpx

A seguito del grande successo registrato in queste settimane, la mostra “Zapping” dell’artista
crotonese Emiliano Ranieri è stata prorogata sino al 28 febbraio, presso il Museo di Pitagora.
“Le mie opere sono nate ripercorrendo i ricordi e le emozioni legate alla mia infanzia. Ho rivissuto,
attraverso la mia arte, quei momenti passati in compagnia dei supereroi e dei robot degli anni ’80,
trasformando la fantasia di un bambino in sculture e quadri, come le opere “Gig Robot d’acciaio” e
“Mazinga z”, nate anche dall’ equilibrio tra tradizione e innovazione, quale può essere la scultura
digitale” afferma Ranieri illustrando le opere in cui utilizza varie tecniche, tra cui la micro scultura su
matita, che ha dato rilievo a personaggi come “Beethoven”, “Milone”, “Batman” e la Madonna di
Capocolonna.
I visitatori, dunque, avranno a disposizione un altro mese per immergersi in questo viaggio artistico
che si conclude con una rivisitazione di una scultura che, nella sua ottica di grandezza, astuzia e
saggezza quale è il “David” di Michelangelo, Ranieri ha inteso rappresentare in una visione di follia;
la stessa che si riconduce ad ognuno di noi, come in realtà è “Joker”.