fbpx

In queste giornate di lockdown, che qualcuno definisce “leggero”, ma che in realtà è “pesante” per le limitazioni e restrizioni imposte, e per come e quanto condiziona non solo le nostre giornate, ma il nostro stile di vita, e soprattutto condiziona quello dei più piccoli, bambini e ragazzi, leggere diventa ancora di più un bisogno da soddisfare.
Pensando a loro, ai bambini ed ai ragazzi, a quanto già prima della pandemia avevano una socialità artificiale, fatta di poche occasioni, sempre organizzate e controllate, per stare insieme a coetanei, e a come e quanto oggi la loro socialità è stata ulteriormente artefatta, di umano è rimasto ben poco, un libro mi è tornato in mente.

Oggi i pomeriggi trascorrono davanti ad uno schermo, videogiochi o smartphone, poco cambia, quello che resta è l’assenza del contatto, del confronto fisico, in cui il tatto, lo sguardo sono emozioni che hanno smarrito!
Ho pensato ad un libro che racconta invece tutto quello che oggi questi ragazzi non vivono e non conoscono, ho pensato a “Periferia Universo” di Gianluca Facente.
Un racconto letto qualche anno fa ma che invito a leggere, e chi come me lo ha già fatto, a rileggerlo con gli occhi e l’emozione dell’attuale condizione che viviamo.

Gli amici di sempre, il quartiere,  “Periferia, Universo” è questo.

Nella normalità dei giochi, nella semplicità delle giornate trascorse insieme, quando gli amici racchiudono e rappresentano il tutto e negli anni confermano di essere parte di te, la descrizione pura, genuina di un modo di stare insieme che le i ragazzi di oggi non riescono a percepire, che non riescono a comprendere chiusi nell’individualismo di un gioco elettronico, rapiti da una vita virtualmente social e realisticamente isolati dall’ambiente che li circonda.

Il  libro è racconto di ragazzi, di un quartiere, racconto e trasposizione di un modo di intendere la vita: intreccio di storie, di collaborazione, di condivisione, di aiuto. E nessuno si tira indietro, tutti rispondono presente e così si fa rete, rapporti umani finalizzati e concretizzati in un aiuto e in una crescita reciproca.

Buona lettura!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *